Indietro

27/03/2019 - AL VIA CORSO SPECIALIZZAZIONE PER 174 NUOVI MEDICI DI BASE

Al via il nuovo corso di formazione specifica di medicina generale.  Il corso è triennale e riservato ai laureati in Medicina e Chirurgia:  consente al suo termine di esercitare la professione di Medico di Medicina Generale nell'ambito del Sistema Sanitario Nazionale. Per il triennio 2018/2021 sono stati ammessi 174 medici tirocinanti, il doppio dei partecipanti degli anni precedenti
Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti insieme all'Assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria, Alessio D'Amato ha partecipato questa mattina nella sede della Regione Lazio, all'avvio del nuovo corso di formazione specifica di medicina generale alla presenza dei medici tirocinanti vincitori del concorso.

Il corso è triennale e riservato ai laureati in Medicina e Chirurgia:  consente al suo termine di esercitare la professione di Medico di Medicina Generale nell'ambito del Sistema Sanitario Nazionale. Presenti alla cerimonia Antonio Magi, Presidente OMCEO della Provincia di Roma e Renato Botti, Direttore Regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria.

Nella Regione Lazio, il corso è organizzato da 4 ASL che svolgono il ruolo di capofila di area didattica territoriale: ASL Roma 1, ASL Roma 2, ASL Roma 3 e ASL Latina, alle quali sono assegnati tutti i tirocinanti in base alla posizione in graduatoria e alla prossimità con la propria residenza.

"Per il triennio 2018/2021 sono stati ammessi 174 medici tirocinanti, il doppio dei partecipanti degli anni precedenti, ai quali voglio rivolgere un in bocca al lupo. Sono una risorsa importantissima per migliorare e incrementare la sanità di prossimità. In questi anni abbiamo fatto insieme un percorso di risanamento della sanità del Lazio e oggi siamo alla vigilia di una nuova stagione, fuori dal commissariamento e che ci permetterà di aumentare la qualità delle cure e dei servizi ai cittadini"- parole del presidente, Nicola Zingaretti.

"Nel Lazio operano circa 4.500 medici di medicina generale ma il saldo tra chi si diploma ogni anno e chi va in pensione è negativo da molti anni. Ecco perché è importante invertire questa tendenza e tornare ad investire sul personale. Più che richiamare i professionisti andati in pensione come stanno facendo alcune Regioni è importante far entrare nel sistema sanitario i giovani medici"- così l'assessore alla sanità, Alessio D'Amato.