L'anagrafe regionale degli animali da compagnia

Cosa è obbligatorio: microchip e iscrizione all'anagrafe

Chi ha un cane deve obbligatoriamente identificarlo con un microchip e iscriverlo all'anagrafe canina.  L'iscrizione deve essere effettuata entro i due mesi di vita del cane o comunque entro trenta giorni da quando se ne è entrati in possesso. Al cane viene applicato un microchip che, in caso di smarrimento, consente attraverso un lettore di rintracciare immediatamente il proprietario.
Chi ha un gatto non ha l'obbligo di identificarlo con il microchip. Diventa però obbligatorio in caso di acquisto o vendita.

È possibile fare l'iscrizione presso la Asl o presso un veterinario accreditato.

Come e dove iscrivere un animale

Si possono iscrivere all'anagrafe regionale CANI, GATTI E FURETTI. Per i cani il microchip e l'iscrizione sono obbligatori per legge (L.281/1991, L.R. 34/1997, DGR 621/2016) mentre per i gatti e i furetti l'iscrizione è facoltativa. È però obbligatoria in caso acquisto e vendita.

Chi iscrive un animale a proprio nome deve necessariamente essere maggiorenne.

Per l'identificazione di un animale si usa il microchip, una piccolissima capsula che contiene un codice magnetico, impiantato con una semplice iniezione sottocutanea; nella banca dati della anagrafe canina sono quindi inseriti il codice contenuto nel microchip e i dati del proprietario.
L'iscrizione all'anagrafe può essere fatta in qualunque Asl del Lazio. Il costo per l'applicazione del microchip e l'iscrizione presso la Asl è di € 28. È possibile rivolgersi anche ai liberi professionisti accreditati dalla Regione Lazio. In questo caso - oltre alla parcella del professionista - è previsto il pagamento di € 8 alla Asl. Il veterinario stesso provvederà contestualmente all'iscrizione all'anagrafe. Sono previste sanzioni per chi non iscrive il proprio cane all'anagrafe canina entro 60 giorni dalla nascita o entro 30 giorni dal possesso.

Passaggio di proprietà

Se il cane viene ceduto ad un'altra persona è OBBLIGATORIO registrare il passaggio di proprietà. Il vecchio e il nuovo proprietario possono recarsi presso una qualunque Asl e dichiarare la cessione compilando e firmando un modello scaricabile dal portale regionale. È consentita la presenza di uno solo dei contraenti con delega dell'altro.

Se il nuovo proprietario trasferisce il cane fuori dal Lazio, dopo il passaggio di proprietà si recherà alla Asl della regione in cui è trasferito il cane per la re-iscrizione dell'animale entro 15 giorni. Il costo è di € 8.

Variazioni di residenza o domicilio

Se si cambia la residenza o il domicilio del cane, bisogna registrarlo all'anagrafe. Il proprietario dovrà recarsi presso l'anagrafe canina della Asl con il modello di variazione scaricabile dal portale regionale. Il costo è di € 8.

Smarrimento del cane

In caso di smarrimento del cane, il proprietario è tenuto a DENUNCIARLO TEMPESTIVAMENTE alle autorità competenti (Carabinieri, Polizia, Polizia municipale).
La denuncia dovrà essere presentata alla Asl in cui è iscritto il cane, insieme al modello disponibile agli sportelli, al documento e al codice fiscale del proprietario.

Il decesso

Anche il decesso del cane deve essere denunciato alla Asl in cui è iscritto l'animale per la sua cancellazione. Occorre utilizzare il modello scaricabile dal portale regionale, portare un documento e il codice fiscale del proprietario, il certificato di morte redatto da un veterinario.

L'anagrafe on line

Collegandosi al sito prevenzione.regione.lazio.it è possibile registrarsi e visualizzare tutte le informazioni riguardanti il proprio animale che risultano all'anagrafe (variazioni di residenza, di proprietà, vaccinazioni ecc.).  

Sportelli ASL modulistica e pagamenti

I modelli da utilizzare per tutte le operazioni anagrafiche sono scaricabili dalle pagine sulla sanità veterinaria del sito della Regione Lazio.
Allo stesso indirizzo sono disponibili sedi, orari e telefoni degli sportelli ASL e le coordinate per i pagamenti.